Servizio clienti: +39.081.7281024​ è attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 18:00

MARCO MONDRONE

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

Caiazzo, splendido paesino dell’alto casertano, è sito a 200 metri sul livello del mare, su di una collinetta in un lieve pendio verso sud, ai piedi del Monte Grande, una delle punte della catena dei Monti Trebulani. Il vasto territorio si inserisce in un’ampia ansa del fiume Volturno, risultando
quindi punto di riferimento per escursioni naturalistiche. Caiazzo fa parte dell’Associazione nazionale Città dell’Olio, per tutelare e promuovere le sue antiche tradizioni di coltivazione
dell’ulivo e di produzione dell’olio extravergine di oliva. L’olivicoltura è sicuramente una delle più antiche attività agricole praticata nel territorio ed ancora oggi Caiazzo è conosciuta nella media Valle del Volturno e più in generale nella provincia per la sua produzione di olio e per la
coltivazione di una varietà autoctona di olio denominata “Tifata Calatia”, detta anche “Caiazzana”. La peculiarità di questa antica pianta è quella di essere varietà autoctona unica, con un proprio patrimonio genetico differente dalle altre specie. Alla fine degli anni ’40 un avo della famiglia Cervo, Costantino Cervo, impiantò a Caiazzo uno dei primi frantoi oleari a trazione animale. Il figlio Giuseppe, che ne aveva ereditato la forte passione, realizzò nel 1950 un frantoio oleario meccanizzato che, nel rispetto di un suo preciso desiderio di continuità nel tempo della tradizione di famiglia, è passato al genero Marco Mondrone.
Dalla famiglia Cervo a Marco Mondrone e figli: passione che si tramanda di generazione in generazione, tradizione che continua nel tempo, voglia di crescere perseguendo la qualità.
La nascita di un grande Olio Extra Vergine di Oliva Artigianale prevede infatti un lungo percorso pieno di notevole impegno, vasta esperienza e grande passione: solo questi elementi assicurano un prodotto artigianale di alta qualità. “Siamo sempre stati convinti che un buon olio nasca da un’ottima lavorazione e da grandi competenze, ma soprattutto da una buonissima materia prima”.